PDF Stampa E-mail

Cos'è la VTA?

Ferita e micelio fungino sottocorticale sui cedro

Gli alberi, particolarmente quelli cittadini, richiedono una manutenzione costante. La decisione di mettere in sicurezza un albero inclinato, oppure di sostituirlo perché diventato pericoloso deve essere presa nel modo più tempestivo possibile per evitare danni alle cose o alle persone e conseguenti responsabilità del proprietario della pianta.

La tecnica più comune per accertare la stabilità di un albero è la cosiddetta VTA (Visual Tree Assessment). Le sue basi scientifiche hanno permesso di qualificarla all'interno dei capitolati di alcuni comuni, come quello di Torino, come metodo per la valutazione fitostatica delle piante.

Dendrocultura esegue l'indagine strumentale mediante strumenti di ultima generazione come l'Arbotom, in grado di eseguire una vera e propria tomografia delle sezioni del fusto degli alberi. Siamo in grado di evidenziare non solo la quantità di materiale legnoso danneggiato ma anche la sua localizzazione e sviluppo lungo il profilo del fusto.

Esempio di VTA strumentale 

Il cedro fotografato a fianco presentava una estesa ferita mal rimarginata e rigonfiamenti sottocorticali. Alcune placche di corteccia hanno rilevato la presenza di micelio fungino.

Scansione tomografica del cedro

Gli indizi rilevati visualmente hanno reso necessario l'utilizzo di Arbotom per misurare lo stato di degrado del legno e quindi valutare la stabilità meccanica del legno.

La scansione tomografica ha rilevato uno stato di degradazione esteso su tutta la sezione con un'area di degradazione più accentuata in corrispondenza dei difetto riscontrato visivamente ed una seconda area di degradazione di uguale estensione non visibile esternamente.

La stabilità statica della pianta è risultata quindi compromessa. La valutazione strumentale ha consentito di operare una decisione informata sul destino della pianta che è stata posta in classe FRC D e quindi abbattuta.

Contatta Dendrocultura per qualsiasi consulenza.