PDF Stampa E-mail

Un nido di processionaria aperto

Nidi di processionaria?

E' obbligatorio rimuoverli!

La processionaria è un insetto che si ciba principalmente delle foglie dei pini (ma anche cedri). Pur non costituendo normalmente un estremo pericolo per la pianta le larve rappresentano un rischio per la salute delle persone e degli animali. Esse sono infatti sono dotate di peli estremamente urticanti per contatto e ingestione.

Le larve della processionaria si schiudono in autunno e si cibano delle foglie della pianta ove si trovano. Durante l'inverno si riuniscono in caratteristici nidi di colore bianco, sulle parti più esterne della chioma. Fuoriescono dal nido nella primavera dell'anno successivo per raggungere il terreno in caratteristiche file (da cui il nome processionaria). Nel terreno si incrisalidano. Alla fine dell'estate dalle crisalidi nasce lo stato adulto di farfalla. Le farfalle chiudono il ciclo biologico deponendo nuove uova sulle foglie.

La rimozione dell'insetto è obbligatoria ed a carico del "custode" (proprietario o conduttore) della pianta infestata. La rimozione si esegue preferibilmente a carico dei nidi invernali dandone poi comunicazione al sindaco del comune di appartenenza.

Contatta Dendrocultura per qualsiasi consulenza.